Grottaferrata (Roma)
 

Il Vaticano e il Gran rabbinato d'Israele: «Gerusalemme sia sacra per tutti»

«Gerusalemme ha un carattere sacro per tutti i figli di Abramo», e le «autorità» devono «rispettare tale carattere e prevenire azioni che offendano la sensibilità delle comunità religiose che risiedono a Gerusalemme e l'hanno a cuore».

È uno dei punti salienti di una dichiarazione congiunta delle delegazioni del Gran rabbinato d'Israele e della commissione della Santa Sede per i rapporti religiosi con l'ebraismo, sottoscritta al termine di un incontro svoltosi in questi giorni a Grottaferrata.

Nella dichiarazione congiunta si citano i «cambiamenti» che hanno avuto luogo «nelle relazioni tra cattolici ed ebrei», e si invitano le «autorità religiose» a «protestare pubblicamente, quando vengono commesse azioni di mancanza di rispetto verso persone, simboli e luoghi sacri», come la «profanazione dei cimiteri» e «il recente attacco al patriarca armeno di Gerusalemme». 

>>>leggi il testo integrale del documento
 


  [Fonte: Santa sede 20 ottobre 2004] 



 Roma
 
16 Ottobre 1943 - 16 Ottobre 2004

Anì maamin Io credo (con fede piena ...che il Messia verrà...)

Così cantavano molti degli ebrei condotti a morire nei luoghi dell'orrore. Miracolo di un'Alleanza mai revocata.
___________________

In occasione del 61° anniversario della deportazione degli ebrei romani da parte dei nazisti (16 ottobre 1943), la Pericle Tangerine Editrice « focalizzata sulla pubblicazione di libri di particolare interesse storico e politico-civile » commemora l'avvenimento con la presentazione del libro di Fulvio Giannetti Racconti della Shoà (presso il notebook dell'Auditorium di Roma) insieme a Riccardo Di Segni, Alessandro Portelli, Anna Foa, Francesco Saverio Trincia. Lunedì 18 ottobre alle ore 19,00. Per non dimenticare. 

>>Leggi il comunicato stampa

__________________

Nell'anniversario della deportazione degli ebrei romani la Comunità di Sant'Egidio e la Comunità ebraica di Roma, come ogni anno, fanno memoria della deportazione avvenuta durante l'occupazione nazista.

Sabato 16 ottobre 2004
Alle ore 19.00
una marcia silenziosa si snoderà a ritroso da Piazza S. Maria in Trastevere lungo il percorso dei deportati di quel 16 ottobre 1943, che dal Ghetto furono condotti al Collegio Militare a Trastevere prima di essere imprigionati nei treni con destinazione Auschwitz.

Manifestazione conclusiva:
ore 20.00
Largo 16 ottobre 1943, accanto alla Sinagoga

>>vedi precedenti nel sito

 


  [Fonti: Tangerine Editrice; Comunità ebraica di Roma;
   Comunità S. Egidio 7 ottobre 2004] 



 Venezia
 
Makom, simboli e realtà del ghetto


Il ghetto come rifugio, comunità, simbolo di identità, ma anche come modello di sviluppo architettonico dentro lo spazio delle città, è il tema conduttore della mostra «Makom», che fino alla fine di ottobre riunisce nel 

museo ebraico di Venezia i lavori realizzati dagli studenti delle università di Architettura israeliane. Partendo proprio dalla parola Makom, che in ebraico vuol dire luogo, spazio, gli studenti hanno ideato una serie di progetti suggeriti dalla struttura del ghetto. I concetti di Genesi, Posto, Sacro, Mezzo, Estremità, Spazio, Fine, che rappresentano i diversi angoli di visuale dell'esistenza ebraico-israeliana, sono stati il punto di partenza per i lavori della mostra, per conferire una resa architettonica a questi sette termini già carichi di molti valori e interpretazioni. Una installazione simbolica costituita da una moltitudine di corde è all'entrata del museo.
 


  [Fonte: "Avvenire" del 2 ottobre 2004] 



 Milano
 
Milano promuove un corso di ebraico biblico e moderno

A Milano, la Libreria Claudiana (via F. Sforza 12/a, tel 02/76021518) in collaborazione con il Centro culturale Protestante e il gruppo «teshuvà» di Milano propone da ottobre 2004 a maggio 2005 un corso di ebraico antico e moderno. 
Il lunedì, docente Sara Ferrari, dalle 18.15 alle 19.45 il secondo anno del corso di ebraico biblico. 
Il martedì docente Elena Bartolini, dalle 16.30 alle 18, letture bibliche, tradizionali e moderne, nonché un approfondimento grammaticale con riferimenti culturali.
Il mercoledì, docente Sara Ferrari, dalle 18.15 alle 19.45, corso di ebraico biblico per principianti. 
Il giovedì, docente Paola Messori, dalle 17.30 alle 19 letture moderne e midrashiche, per chi ha già conoscenza dell’ebraico moderno e dalle 19.30 alle 21 corso di ebraico moderno per principianti. 
Il corso costa 230 euro.
 


  [Fonte: Ecumenismo e Dialogo] 



 Bologna
 

Già da un anno a Bologna si legge in ebraico moderno
Da ottobre 2003 nella più importante biblioteca di Bologna, la Sala Borsa, si possono leggere i romanzi di Amos Oz, Edgar Keret, A.B. Yehoshua, Meir Shalev direttamente in lingua originale. Il merito di questa prestigiosa iniziativa, che ha l’obiettivo di rendere più completo il panorama delle culture presenti nella biblioteca, è dell’Ambasciata d’Israele. Il fondo è costituito da una cinquantina di volumi di prosa e poesia in lingua originale fra i quali spiccano le opere dei poeti Yehuda Amichai e Natan Zach.
....continua

 


  [Fonte: Lnr] 


4329 - visitatori

 




2003
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic

 
 

| home | | inizio pagina |