Haifa
 

Nancy Kobrin, arabista: sotto la veste del martirio usano donne e bambini per uccidere innocenti

donna-terrore.jpg (9677 byte)

Sembra un controsenso; ma il terrore è anche donna


<--clicca per ingrandire

La Dr.ssa Nancy Kobrin, professore associato all'Università of Haifa, arabista, psicoanalista ed autrice di un libro di prossima pubblicazione: The Sheikh's New Clothes: Islamic Suicide Terror, sulle cause del terrorismo islamico: "Ci sono gruppi che combattono per migliorare le condizioni di vita e poi ci sono gruppi retrogradi distruttivi. Quelle islamiche sono tra le organizzazioni terroristiche più distruttive perché mandano la loro stessa gente a farsi uccidere; sotto la veste del martirio usano donne e bambini, colpiscono ed uccidono persone innocenti. Il fatto che questo sia commesso con consapevolezza non vuol dire che non esiste una forza psicologica malvagia nascosta. Il non aver alcuna coscienza di sé porta un sacco di problemi. In una comunità in cui viene negata la vita e dove il potere [vale a dire il controllo assoluto dell'altro] è la pratica di tutti i giorni implementata in maniera brutale attraverso gli omicidi d'onore, violenza sui minori, molestie sessuali, decapitazione ecc...., paura e terrore sono pervasivi. Il bisogno di odiare ed il bisogno di avere un nemico sono presenti già all'età di tre anni – e l'ebreo è il più odiato di tutti.
 


  [Fonte: ICN-News 30 agosto 2005] 



 Roma
 

"I sette giorni della Menorah". All’Isola Tiberina, stand e spettacoli dedicati a Israele
In scena ragazzi ebrei, musulmani e cristiani diretti da Angelica Calò Livnè

Sette giorni. Come i sette bracci della Menorah, il candelabro ebraico. Una settimana dedicata a Israele e ai suoi popoli, al termine dello smantellamento delle colonie di Gaza e Cisgiordania. 

A partire da oggi (29 agosto 2005 ndR) sull’Isola Tiberina, ai piedi della sinagoga, la Comunità ebraica di Roma e l’associazione Amici d’Israele celebrano lo storico passo verso la convivenza pacifica di israeliani e palestinesi con sette giorni di spettacoli e incontri. Oggi e domani negli spazi dell’Isola del cinema, che ospita la manifestazione, saranno allestiti stand per illustrare le attività delle fondazioni «Ponte azzurro» e «Beresheet la Shalom». ....continua
 


  [Fonte: Corriere della Sera 29 agosto 2005] 



 Colonia
 

"Time for peace", un unico coro

coro-pace.jpg (61469 byte)

L’attesa della veglia conclusiva di questa Gmg è allietata da numerose esibizioni: canti e danze che uniscono con un filo rosso i giovani a Colonia. Sul palco incontriamo quattro ragazze di Tel Aviv che si sono appena esibite cantando “Time for peace”. 

Mirna, Rauwun, Tamar e Lilah, tra i 16 e ii 18 anni, sono rispettivamente due cattoliche e due ebree dell’associazione Arab-jewish C.C., che si occupa, tra le altre cose, di favorire occasioni di dialogo attraverso la musica. “La musica ci aiuta a trasmettere quello che proviamo” – dice Lillah, ebrea – Spero che i giovani che ci hanno ascoltato sappiano cogliere la stella della pace che volevamo alimentare”. Mirna, cristiana, non trattiene l’entusiasmo di vedere da vicino il Papa. “Avevo visto Giovanni Paolo II durante la sua visita in Israele e sono felice che mi sia stata data questa occasione”....continua
 


  [Fonte: GMG2005.it 19 agosto 2005] 



 Colonia
 

Gmg, alla Sinagoga la prima volta di una liturgia comune

Il Messale appositamente redatto per il viaggio di papa Benedetto XVI a Colonia in occasione della XX Giornata Mondiale della Gioventù (16-21 agosto), parla chiaro. 
Gli appuntamenti principali in cui il papa sarà protagonista, saranno celebrazioni a carattere eminentemente liturgico.

Non più, quindi, soltanto un ascolto della Parola come era avvenuto nelle Gmg precedenti dove la liturgia era di fatto relegata alla sola santa messa conclusiva....continua

>Discorso del Papa alla Sinagoga di Colonia
>notazioni significative
>v. anche svolgimento visita alla Sinagoga di Roma
 


  [Fonte: Il Velino 13 agosto 2005] 



 Città del Vaticano
Il cardinale Meisner conferma che Benedetto XVI visiterà la Sinagoga di Colonia

Il Rabbino capo
di Colonia

Il cardinale Joachim Meisner, Arcivescovo di Colonia, ha confermato questo martedì che nel suo viaggio a Colonia, previsto per il prossimo mese di agosto, Bendetto XVI si recherà in visita alla Sinagoga di questa città tedesca. La visita al tempio ebraico dovrebbe avere luogo il 19 agosto e il porporato tedesco, nel parlare ad una conferenza stampa tenutasi all’interno della “Radio Vaticana”, non ha nascosto la soddisfazione per questo gesto simbolico. L’Olocausto, ha riconosciuto è "una ferita ancora aperta per noi tedeschi". Si tratta dei “nostri fratelli e sorelle maggiori”. “Dobbiamo cooperare perché nulla di quello che è accaduto abbia mai a ripetersi”, ha aggiunto. Giovanni Paolo II è stato il primo Vescovo di Roma, dopo San Pietro, a visitare una sinagoga, quella di Roma, il 13 aprile 1986. La comunità ebraica di Colonia è la più antica della Germania: le sue origini risalgono al IV secolo....continua

>notazioni nell'approssimarsi della visita
>suggestioni, significati
 


  [Fonti: Zenit.org; Avvenire.it] 



 Viaggio in Israele
 

Viaggio in Israele dal 16 al 23 ottobre per la Festa delle capanne

jerusal-kotel.jpg (40334 byte)

È organizzato dall''Alleanza Messianica Italiana. "Saliranno a prostrarsi davanti al Re, a celebrare la festa delle Capanne" ( Zacc.14:16)


>vedi il Programma

Il costo dell’intero viaggio è all’eccezionale prezzo di 1100 Euro con iscrizione e pagamento entro il 30 Agosto 2005.
 


  [Fonte: ICN-News agosto 2005] 



 Milano
 

Libreria Ancora
via Hoepli 3
tel. 02.8056698
www.ancora-libri.it
La libreria opera in collaborazione con la casa editrice omonima, che dedica particolare attenzione alla cultura cristiana e al dialogo ebraico-cristiano. Organizza escursioni a tema nel territorio milanese, corsi di lingua ebraica, presentazioni di libri e tavole rotonde su temi attinenti alla religiosità, in particolare all'ebraismo e al rapporto tra le religione ebraica e quella cristiana. A partire da ottobre, un consulente sarà a disposizione un pomeriggio alla settimana per rispondere a interrogativi sull'ebraismo.

 


  [Fonte: vivimilano.it 10 agosto 2005] 



 Venezia
 

TEATRO IN CAMPO 2005 Venezia, Campo Pisani 4 agosto 2005 ore 21,15 
MONI OVADIA LA BOTTIGLIA VUOTA 
ALBERT FLORIAN MIHAI - Fisarmonica 
MITIKA ION BOSNEA - Clarinetto 
MARIAN SERBAN - Cymbalon 
EMILIO VALLORANI - flauto 
"La bottiglia vuota" è un monologo sul mondo khassidico cioè sul mondo di quella corrente di ebrei ortodossi di ispirazione mistica, che hanno introdotto nel pensiero e nella prassi ebraica una sorta di profondità/levità nuova fino ad allora, vagamente astratta e a volte apparentemente non-sense, pur mantenendosi nel solco di una saggezza profondissima assolutamente fondamentale per capire lo spirito più acuto dell'umorismo ebraico. 
Moni Ovadia traccia la storia e le caratteristiche di questi "khassidim" (appartenenti al mondo khassidico) attraverso aneddoti, storielle e canzoni tratte dal patrimonio culturale dell'ebraismo orientale in chiave semi-seria come è solito fare. L'assoluta novità è che per la prima volta Moni Ovadia si accompagna da solo con la chitarra riuscendo a dare all'interpretazione una dimensione "piccola", raccolta, interiore, bellissima. In aggiunta, a far da contrappunto al narrare dell’ebreo Moni Ovadia, si inserisce un quartetto di musicisti di diversa provenienza che esegue musiche di contaminazione zingara, slava e kletzmer.

 


  [Fonte: goVenice.com 4 agosto 2005] 



 Israele/Vaticano
 

150 rabbini a fianco del Papa: «Ci dissociamo dalle critiche del governo Sharon»

Un'importante voce ebraica scende in campo a fianco del Vaticano nella polemica innescata dal governo israeliano contro Papa Benedetto XVI accusato nei giorni scorsi di non aver citato Israele fra i Paesi vittime del terrorismo internazionale. Centocinquanta rabbini, membri dell'organizzazione americana Pave the Way Foundation, da anni attivamente impegnata nel dialogo ebraico-cristiano, si sono dissociati dalle dichiarazioni del governo israeliano, ribadendo fiducia e apprezzamento al Pontefice. E soprattutto hanno chiesto con forza al premier Ariel Sharon che «Israele mantenga fede ai suoi impegni, rafforzando i rapporti con la Santa Sede»....continua

>Israele vuol ricucire lo strappo con il Vaticano
 


  [Fonte: avvenire.it 2 agosto 2005] 



 Busana (RE)
 

Machol Italia 2005

Dal 24 al 28 agosto 

XIV Seminario di Danza 
e cultura ebraica

della compagnia
TERRA DI DANZA

Busana (RE)
Albergo IL Castagno - Via Nazionale Sud, 103

Programma

Info:

Tel 0522/371698
e-mail: info@terradidanza.it 
www.terradidanza.it

 


  [Fonte: LnR] 



 Roma
 
CIBES (Centro Internazionale Bibbia e Storia) Corsi di Ebraico Biblico
Tenuti dal Prof. Giovanni Odasso 
presso le Ancelle del Sacro Cuore
Via XX Settembre, 65/b - Roma
__________________________
24-29 agosto

Ebraico III
Per chiunque sia interessato e possieda già una sufficiente conoscenza di base della Lingua ebraica.
Il corso approfondisce in modo organico le strutture sintattiche dell'ebraico biblico con particolare riferimento ai testi poetici dei Salmi e dei Libri Profetici. La lettura dei brani scelti si svolgerà con attenzione ai metodi dell'analisi letteraria e alla loro importanza per la comprensione del messaggio teologico


INFORMAZIONI UTILI:
Segretaria del CIBES, Sig.ra Angela Pak
Tel. 06 8170961

e-mail debarim@tiscali.it 

Per sapere di più sul CIBES
 


  [Fonte: LnR] 



 Roma

Un viaggio tra le genti e i sapori d'Israele

jerusal-kotel.jpg (40334 byte)

Dal 27 dicembre 2005 al 6 gennaio 2006, sarà possibile seguire uno splendido itinerario tra i luoghi più suggestivi  e affascinanti d'Israele, per gustarne la storia e la cultura antica ma anche attuale. Per chi fosse interessato ai dettagli e si volesse preparare nonché prenotare, preghiamo vedere il programma  ...continua
 


  [Fonte: LnR giugno 2005] 


5731 - visitatori






2003
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic

 
 

| home | | inizio pagina |