Roma

La Comunità ebraica si ritira da un convegno cui è presente l'Ucoii.
L´Unione delle comunità ebraiche italiane (Ucei) e il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni (nella foto), non parteciperanno al convegno previsto per oggi all´Università "La Sapienza" sulla "Tradizione alimentare nelle religioni monoteistiche del Mediterraneo". La decisione è stata presa perché da parte islamica sarebbero state presenti organizzazioni «che esprimono simpatie verso i kamikaze e negano il diritto di Israele ad esistere». A proposito del video diffuso da Hamas, sempre ieri il segretario dell’Unione degli islamici, Hamza Piccardo, ha dichiarato: «Uccidere un colono non è terrorismo, ma atto di guerra». Neanche il rettore dell´università, Renato Guarini, ci sarà alla cerimonia. Disagio per la presenza del leader dell’Ucoii. Solo in seguito è arrivato la notizia dell’annullamento della tavola rotonda. «L’annullamento - ha concluso Pacifici - è un precedente storico importante. È passato il principio che di fronte a uomini che usano l’equivocità nelle dichiarazioni nei confronti del terrorismo non si possa far finta di nulla».

 


  [Fonte: U.C.E.I.  29 settembre 2005] 



 Città del Vaticano
Il Papa incoraggia l'educazione nella pace fra israeliani e palestinesi
Questo mercoledì (28 settembre 2005), a conclusione dell’Udienza generale in piazza San Pietro, Benedetto XVI ha incoraggiato le iniziative volte alla promozione dell’educazione nel cammino di pace fra israeliani e palestinesi. Prima di congedarsi dai 30.000 pellegrini presenti, parlando in inglese, il Santo Padre, ha salutato gli Israeliani e i Palestinesi giunti a Roma per prendere parte al Seminario sull’Educazione alla Pace. “Su tutti voi, invoco l’abbondanza di benedizioni divine di pace e gioia”, ha affermato il Santo Padre.
 


  [Fonte: Zenit.org 29 settembre 2005] 



 Ein Gedi
Israele: a Ein Gedi importante scoperta di papiri
 

Importante scoperta nel deserto di Giudea, in riva al Mar Morto israeliano: frammenti di rotolo papiraceo, alcuni di notevoli dimensioni, sono stati rinvenuti recentemente da un beduino che si era inoltrato in una grotta nella zona di Ein Gedi, 50 km a sud rispetto a Qumran, sede dei primi esseni e luogo dove vennero trovati più di 5000 frustoli di papiro a partire dal 1947. 

I resti di papiro appena ritrovati presentano un contenuto eterogeneo: riportano innanzitutto estesi passi dell’Antico Testamento in ebraico e in particolare un parte del Levitico, che si collega alla fuga degli Israeliti dalla terra d’ Egitto e al periodo del loro nomadismo nel deserto, con la costruzione di accampamenti temporanei. Accanto a simili testi di letteratura biblica, documenti di varia natura (conti, ricevute, dichiarazioni, descrizione della festa primaverile del Passaggio), redatti sempre in ebraico...continua
 


  [Fonte: "Avvenire" 23 settembre 2005] 



 Torino

“Fondamenti e fondamentalismi” La riconciliazione oltre il fanatismo

Giovedì 22 settembre
Ore 21.00, Torino - Teatro Carignano

“Fondamenti e fondamentalismi” 
La riconciliazione oltre il fanatismo

Dialogano Enzo Bianchi e Amos Oz Introduce e modera Miriam Mafai

La fede nei propri fondamenti, senza il riconoscimento dei fondamenti degli altri, genera solo odio. Esperienze e riflessioni a confronto contro ogni fanatismo ma soprattutto l’incontro oltre ad un’analisi delle cause del fanatismo, vuole parlare di riconciliazione. 
Che cosa significa riconciliarsi a livello individuale, sociale e politico, quali modificazioni nell’agire e nel pensare sono necessarie? Che cosa significa nell’ambito di una riconciliazione, la parola verità? Non ci può essere riconciliazione se non c’è un’elaborazione della memoria e del passato, ma soprattutto se non c’è l’acquisizione della verità. Una verità che deve sapere contenere in sé i diversi punti di vista e permettere ad essi di coesistere....continua
 


  [Fonte: "Avvenire" 22 settembre 2005] 



 Roma

Congresso mondiale a Roma per celebrare i 40 anni della “Nostra Aetate”, il documento del Concilio sui rapporti interreligiosi.
La Dichiarazione del Concilio Vaticano II sui rapporti interreligiosi “Nostra Aetate” compie 40 anni, e per celebrarli Roma accoglierà un grande Congresso internazionale che inizierà domenica prossima. L’incontro avrà luogo presso la Pontificia Università Gregoriana ed è promosso dall’Istituto di Studi sulle Religioni e le Culture e dal Centro Cardinal Bea per gli Studi Ebraici della suddetta università....continua

>Resoconto sull'Apertura del convegno 


  [Fonti: Zenit.org 22 settembre 2005] 



 Roma
Rabbini in Vaticano

L’incontro del 15 settembre in Vaticano, nell’ambito delle celebrazioni per il documento conciliare «Nostra Aetate», ricuce definitivamente lo strappo tra Benedetto XVI e Israele. Il Pontefice accoglie, infatti, i due rabbini capo, Shlomo Amar e Yona Metzger. 

Un passo ulteriore dopo la chiusura formale della crisi diplomatica, sancita dalla lettera del premier israeliano Ariel Sharon, consegnata al Segretario di Stato vaticano, Angelo Sodano, dalla rappresentanza diplomatica di Tel Aviv presso la Santa Sede....continua

>Resoconto dell'evento
>Discorso del Papa
>v. anche: Le ragioni di una crisi
>Sviluppi Accordo Fondamentale

 


  [Fonti: Il Mattino; AsiaNews; Zenit.org 16 settembre 2005] 



 Bologna

"Caffarra inaugura la nuova sinagoga". Con i rabbini di Roma, Bologna, Ferrara...

sinagoga-Bologna.gif (27727 byte)

La sinagoga riapre dopo un anno di restauri che hanno portato alla luce una domus romana nelle sue fondamenta. Saranno i rabbini di Roma, Bologna, Ferrara e di altre città italiane a riportare i rotoli della Torà nel tempio domani pomeriggio alle ore 17.30. Una cerimonia religiosa di inaugurazione a cui parteciperà anche il vescovo monsignor Caffarra.

<--clicca per ingrandire

I restauri sono stati realizzati con fondi statali (775mila euro provenienti dal Gioco del Lotto) e grazie a un contributo comunale e regionale (200mila euro) per la parte degli scavi archeologici che saranno visibili solo tra un anno. Il restauro della sinagoga di via Gombruti completa così il progetto culturale pluriennale che ha portato alla rivalorizzazione del ghetto ebraico e all´apertura del Museo....continua
 


  [Fonte: UCEI 14 settembre 2005] 



 Gerusalemme

Affascinante scoperta archeologica a Gerusalemme: probabile ritrovamento del palazzo di re David

Reazioni sdegnate degli arabi palestinesi alla recente notizia della possibile scoperta, da parte dell’archeologa israeliana Eilat Mazar, dell’antico palazzo del Re David a Gerusalemme. Loro, gli arabi, si dichiarano increduli e respingono categoricamente ogni rivendicazione storica ebraica sulla città. 

<--clicca per ingrandire

Secondo quanto reso noto da un rapporto pubblicato dallo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme, Eliat Mazar, che lavora per l’università ebraica di Gerusalemme, avrebbe scoperto una grande costruzione pubblica risalente al X secolo a.C....continua
 


  [Fonte: Il Velino 8 settembre 2005] 



 Città del Vaticano

Il Papa nomina chi dovrebbe sostituire il Patriarca latino di Gerusalemme: il Vescovo di Tunisi, monsignor Twal, sarà coadiutore di Michel Sabbah.

Benedetto XVI ha nominato monsignor Fouad Twal, Arcivescovo di Tunisi e Presidente della Conferenza Episcopale regionale dell’Africa del Nord, Vescovo coadiutore del Patriarca latino di Gerusalemme, Michel Sabbah. Secondo il numero 403 del Codice di Diritto Canonico, a differenza del Vescovo ausiliare, il Vescovo coadiutore ha diritto di successione....continua
 


  [Fonte: Zenit.org 9 settembre 2005] 



 Bologna
Emanuele Luzzati: l'ebraismo illustrato
4 - 26 settembre 2005
 


A cura di Franco Bonilauri e Vincenza Maugeri
Per gentile concessione della Comunità Ebraica di Genova per il prestito delle opere e della collezione Noberini di Genova per il prestito dei libri illustrati

La mostra Emanuele Luzzati: l'Ebraismo illustrato, evento unico in Italia, che rimarrà in esposizione fino al 26 settembre 2005, con più di cento tavole originali provenienti dal Museo Ebraico di Genova e un'opera inedita realizzata per l'occasione avente per tema il ghetto di Bologna, segna un momento particolarmente importante per il Museo Ebraico di Bologna....continua
 


  [Fonte: Museo Ebraico Bologna settembre 2005] 



 Gerusalemme
«Noi cristiani in Terra Santa bersaglio dell'odio islamico»
 

La calda luce di Betlemme

«Macché difficoltà tra Israele e Vaticano! I problemi per noi cristiani in Terra Santa sono altri. Denuncia del custode di Terrasanta padre Pierbattista Pizzaballa, al Corriere della Sera
<-- clicca per ingrandire

Quasi ogni giorno, lo ripeto quasi ogni giorno, le nostre comunità sono vessate dagli estremisti islamici in queste regioni. E, se non sono gente di Hamas o della Jihad islamica, avviene che ci si scontri con il muro di gomma dell'Autorità Palestinese, che fa poco o nulla per punire i responsabili. Anzi, ci è capitato di venire a sapere che in alcuni casi tra loro c'erano gli stessi agenti della polizia di Mahmoud Abbas o i militanti del Fatah, il suo partito, che sarebbero addetti alla nostra difesa. Sono talmente scoraggiato di sentire le lamentele che talvolta non guardo neppure più i dossier»....continua

>La versione de L'Espresso
>v. l'intera Sezione dedicata ai cristiani in Israele
 


  [Fonte: Corriere della Sera 4 settembre 2005] 



 Gerusalemme
Gerusalemme, Luterani a convegno
 
Luterani-Jerus.jpg (17696 byte)

Martedì 30 agosto a Gerusalemme, si è aperto l'incontro annuale del Consiglio della Federazione luterana mondiale (FLM) che avrà come tema generale "La chiesa, chiamata ad un ministero di riconciliazione". 

Il culto solenne è stato presieduto dal vescovo Munib A. Younan della Chiesa evangelica luterana di Giordania e Terra Santa (ELCJHL). Il Consiglio, composto da 49 membri eletti dall'Assemblea della FLM del 2003 e da invitati e ospiti per un totale di 170 persone, sarà ospite fino al 6 settembre al Centro internazionale di Betlemme, appartenente alla ELCJHL. Tra gli argomenti in discussione: il futuro della FLM nell'ambito dei cambiamenti del "panorama ecumenico"; il rapporto del gruppo di lavoro su famiglia, matrimonio e sessualità; la sede dell'Assemblea della FLM del 2010. Il Consiglio prevede anche un incontro con le autorità israeliane e palestinesi. La FLM riunisce 138 chiese di 77 nazioni del mondo in rappresentanza di circa 66 milioni di luterani.
[Foto: Membri della chiesa luterana di Gerusalemme, nei pressi del Santo Sepolcro]
 


  [Fonte: ICN-News 2 settembre 2005] 



 Berlino
Antonella Ruggiero canta nella Sinagoga di Berlino
 

Uno degli appuntamenti clou di questa intensissima stagione è l’esibizione di Antonella, accompagnata da Roberto Colombo (piano elettrico e harmonium), Carlo Cantini (violino e melodica), Giovanni Cifariello (chitarra classica) e l’italo-israeliano Amit Arieli (clarinetto).

L'evento è previsto per il 5 settembre alla Sinagoga di Berlino, alle prese con un canzoniere di prevalente estrazione yiddish. “Mi hanno chiamata in seguito ai concerti che tenni nel 2004 a Pistoia e ad Ancona su invito della comunità ebraica italiana. Sarà una serata molto emozionante, se mi è venuta la pelle d’oca a cantare quel repertorio nei teatri italiani, figuriamoci lì!”. Il suo avvicinamento alla musica klezmer e di tradizione ebraica, racconta, risale a qualche tempo prima: “Mi ci sono accostata da quando, in tv, vidi i primi filmati sulla Shoah. Da quel momento quelle vicende tragiche, e quelle musiche, mi sono rimaste addosso come se fossero mie: del resto ormai sono un patrimonio dell’umanità intera. Canzoni come ‘Tumbalalaika’ e 'Kinder yorn’ le avevo conosciute ed amate ascoltandole in radio o nei dischi, altre le ho cercate e trovate in seguito e anche quelle faranno parte dello spettacolo."
 


  [Fonte: musicaitaliana.com del 27 agosto 2005] 



 Budapest
Festival ebraico a Budapest
Medicina, fiere, arte e sport

L’importanza della comunità ebraica nella vita sociale e culturale di Budapest è notevole. Per rendersene conto basta avventurarsi nel quartiere ebraico della capitale, che ha saputo miracolosamente preservare l’identità culturale della comunità e oggi, con i suoi edifici ottocenteschi, le sue botteghe e cortili nascosti, è anche luogo ideale per un viaggio nella storia e nella tradizione. Passeggiando per le vie di Budapest è impossibile non notare uno degli edifici più grandiosi della città, la Sinagoga di Dohany utca, in stile moresco-bizantino, con piastrelle decorate e torri sormontate da cupole a cipolle dorate: è considerata la più grande Sinagoga d’Europa, la seconda al mondo, in grado di accogliere fino a tremila fedeli....continua

 


  [Fonte: presstoday.com] 



 Roma
4 settembre, Giornata della Cultura Ebraica


Il Consiglio Europeo delle Comunità Ebraiche e il Benè Berit-Europa hanno fissato in domenica 4 settembre 2005 la Giornata Europea della Cultura Ebraica.
Profumi e sapori che vengono da lontano, fusione di culture e aromi, spezie e tradizioni. Queste le caratteristiche della cucina ebraica, giunta sino a noi attraverso pellegrinazioni e rielaborazioni millenarie, che sarà al centro della sesta edizione della giornata Europea della cultura Ebraica, in programma domenica 4 settembre in 46 località italiane e 26 paesi europei. La manifestazione è stata presentata oggi [26 luglio 2005 ndR] nei giardini della sinagoga di Roma con una insolita conferenza stampa dove, ai discorsi dei relatori e le domande dei cronisti, si accompagnava la degustazione di cibi e vini della tradizione ebraica e l'esecuzione di canti tradizionali da parte della cantante Evelina Meghnagi. ...continua
_______________
v. intera sezione sul sito
>Messaggio del Presidente della Camera

 


  [Fonte: A.G.I.] 



 Bologna
 

Anche per la sesta edizione della Giornata Europea della Cultura Ebraica, il Museo Ebraico di Bologna promuove e organizza un programma di eventi ispirati al tema “La cucina ebraica”, scelto quest'anno come caratterizzante la giornata

Non mancheranno: l’ormai tradizionale Fiera del libro ebraico, la degustazione e vendita di prodotti kasher, una conferenza di Valeria Norsa Pesaro, l’iniziativa Ghetto in festa con musiche klezmer, visite guidate e spettacoli di animazione per i bambini coi burattini a cura di Tomas Simcha Jelinek, e il concerto dell’Accademia Corale “Vittore Veneziani” della Città di Ferrara a conclusione della giornata.
 


  [Fonte: Museo Ebraico di Bologna] 



 Roma

Un viaggio tra le genti e i sapori d'Israele

jerusal-kotel.jpg (40334 byte)

Dal 27 dicembre 2005 al 6 gennaio 2006, sarà possibile seguire uno splendido itinerario tra i luoghi più suggestivi  e affascinanti d'Israele, per gustarne la storia e la cultura antica ma anche attuale. Per chi fosse interessato ai dettagli e si volesse preparare nonché prenotare, preghiamo vedere il programma  ...continua
 


  [Fonte: LnR giugno 2005] 


6214 - visitatori






2003
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic

 
 

| home | | inizio pagina |