Città del Vaticano

Per la prima volta nella storia un Rabbino al Sinodo dei Vescovi

Un ebreo in Vaticano parlerà di Bibbia e di sacre scritture davanti a papa Ratzinger e a una nutrita rappresentanza di vescovi di tutto il mondo. Quasi un "miracolo" storico nel suo genere, destinato a rafforzare i rapporti tra cristiani ed ebrei, sulla scia di quanto già fatto da eventi altrettanto storici come la visita di Giovanni Paolo II alla Sinagoga di Roma del 1986 e la pubblicazione del documento conciliare Nostra Aetate del 1963 che cancellò, tra l´altro, l´anacronistica accusa di deicidi agli ebrei. L´ebreo che parlerà del Libro dei Libri è il rabbino capo di Haifa (Israele), Shear-Yashuv Cohen, invitato da Benedetto XVI a tenere una relazione al Sinodo dei vescovi che, dal 5 ottobre prossimo, sarà dedicato alla Parola di Dio attraverso la Bibbia. La notizia è stata anticipata ieri dall´agenzia dei vescovi Usa Cns, secondo la quale il rabbino parlerà il 6 ottobre. Alla stessa agenzia, il rabbino - che è anche membro della commissione mista di dialogo tra Israele e Vaticano - ha confermato l´iniziativa definendola un passo che «porta con sé un messaggio di amore, coesistenza e pace per le generazioni». Un invito che ancora Cohen apprezza «profondamente» perché dimostra che verso gli ebrei la «Chiesa cattolica intende continuare con la politica e la dottrina stabilite da papa Giovanni XXIII e papa Giovanni Paolo II»....continua


 
[Fonte: La Repubblica 25 settembre 2008] 



 Festività ebraiche

30 settembre 1° g. di Tishri, Capodanno 5769.

È la festa di Rosh ha Shanah, Capodanno ebraico. Ricorda la creazione dell'uomo. In questo giorno, Dio giudica il mondo e vengono passate al vaglio tutte le azioni compiute dagli uomini; per questo è anche chiamato “Giorno del Giudizio”. Il giudizio diviene definitivo dopo dieci giorni, nel “Giorno dell'Espiazione” (Yom Kippur), un lasso di tempo sufficiente alla maggioranza degli esseri umani che stanno in bilico per fare un profondo esame di coscienza per ravvedersi. Nella sinagoga si suona il corno d'ariete (shofar) per ricordare al popolo di ritornare a Dio. Nel pomeriggio è tradizione andare in riva a un corso d'acqua e recitare preghiere svuotandosi simbolicamente le tasche, per chiedere a Dio di gettare le nostre colpe nel più profondo dei mari. La festa dura due giorni.


2 ottobre, 3° g. del mese di Tishri - Digiuno di Godolia. Sotto il dominio babilonese, un discendente della Casa di Davide, Godolia, nominato governatore del regno di Giuda, divenne simbolo di speranza per gli ebrei, che vedevano in lui la salvaguardia della loro indipendenza. Ma egli fu ucciso in una congiura e la sua morte determinò la fine dell'autonomia che il re di Babilonia aveva concesso. Da allora si proclamò un giorno di digiuno per ricordare la tragedia.

 


 
[Fonte: LnR] 



 Parigi

Il Papa incontra la comunità ebraica presso la Nunziatura Apostolica

«Per sua stessa natura la Chiesa cattolica si sente impegnata a rispettare l’Alleanza conclusa dal Dio di Abramo, d’Isacco e di Giacobbe. Essa pure infatti si situa nell’Alleanza eterna dell’Onnipotente, i cui disegni sono senza pentimento, e rispetta i figli della Promessa, i figli dell’Alleanza, come suoi amati fratelli nella fede. Essa ripete con forza attraverso la mia voce, le parole del grande Papa Pio XI, mio venerato predecessore: Spiritualmente, noi siamo semiti. Il teologo Henri de Lubac, in un’ora ‘di Tenebre’, come diceva Pio XII, comprese che essere antisemiti significava anche essere anticristiani. Una volta ancora sento il dovere di rendere un commosso omaggio a coloro che sono morti ingiustamente e a coloro che si sono adoperati perché i nomi delle vittime restassero presenti nel ricordo. Dio non dimentica». Parole di Benedetto XVI a una delegazione della comunità ebraica di Parigi, ricevuta in Nunziatura.

>Testo integrale del discorso
 


 
[Fonte: Santa Sede 12 settembre 2008] 



 Roma

Questa sera concerto gratuito in P.Za Campidoglio, ore 21.
Idan Raichel, cantante amatissimo in Israele

Per interhetnic Tour De Force
 


 
[Fonte: Comunità ebraica di Roma 3 settembre 2008] 



 U.C.E.I.
 
Giornata Europea della Cultura Ebraica 2008


__________________________


Una Chiave musicale, di Renzo Gattegna
 


  [Fonte: U.C.E.I.] 



 

3551 - visitatori











2003
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic

 
 

| home | | inizio pagina |