Gerusalemme
Presentato anche a Gerusalemme il Catalogo dei Manoscritti Ebraici della Biblioteca Apostolica Vaticana
 
Il volume Hebrew manuscripts in the Vatican Library Catalogue (a cura di Benjamin Richler, Malachi Beit-Arié e Nurit Pasternak, Città del Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana, 2008 [Studi e testi, 438], euro 120) è stato presentato a Gerusalemme presso la National Library of Israel. Nel discorso di presentazione, il Cardinale Raffaele Farina, archivista e bibliotecario di Santa Romana Chiesa, ha considerato che il Catalogo dei manoscritti ebraici "riveste una particolare importanza per il contenuto scientifico, ma anche per le circostanze in cui esso è stato realizzato". Il Catalogo, osserva, "consente di conoscere e far apprezzare un patrimonio di circa 800 segnature distribuite in 11 fondi manoscritti della Biblioteca, alcuni dei quali costituiscono i soli o i più antichi testimoni conservati del loro genere". "Le circostanze in cui il volume è nato, è cresciuto e ha visto la sua piena e riuscita realizzazione, sono quelle di una vivace collaborazione tra la Biblioteca di Gerusalemme e la Biblioteca Vaticana". La collaborazione tra la Santa Sede e Israele nel campo culturale rappresenta un contributo concreto alla costruzione di un mondo migliore, andando incontro al desiderio di sapere e di bellezza insito in ogni uomo, alla sua profonda aspirazione al vero e al bene.


 
[Fonte: Zenit 3 marzo 2009] 



 Roma
Benedetto XVI parla ufficialmente del suo imminente viaggio in Israele
 
Per voce dello stesso Papa, che lo ha comunicato ai fedeli raccolti in piazza San Pietro per l'Angelus domenicale, è arrivato l'annuncio ufficiale: Benedetto XVI si recherà dall'8 al 15 maggio in Terrasanta per pregare per l'unità e la pace in Medio Oriente. «Dall'8 al 15 maggio – ha detto Ratzinger affacciato dalla finestra del suo studio – compirò un pellegrinaggio in Terrasanta per domandare al Signore, visitando i luoghi santificati dal suo passaggio terreno, il prezioso dono dell'unità e della pace per il Medio Oriente e per l'intera umanità. Sin d'ora conto sul sostegno spirituale di tutti voi, perché Iddio mi accompagni e ricolmi delle sue grazie quanti incontrerò sui miei passi». Benedetto XVI non è entrato in maggiori dettagli ufficializzando quello che si annuncia come uno dei viaggi più attesi del suo pontificato ma appena terminato l'Angelus, la sala stampa vaticana ha reso note le tappe della sua visita. L'8 maggio il Papa sbarcherà ad Amman in Giordania e poi si trasferirà in Israele dove visiterà Gerusalemme, Betlemme e Nazareth. Il presidente israeliano Shimon Peres ha espresso subito il suo compiacimento. «Sono molto lieto – ha detto nel corso di una visita in Alta Galilea – che il Papa abbia risposto positivamente al mio invito di visitare la Terrasanta. Benedetto XVI sarà un ospite onorato e accettato da tutto il popolo». La visita, ha aggiunto, «sarà un evento toccante e di importanza primaria dal quale spira un'aria di pace e di speranza».


 
[Fonte: La Santa Sede 8 marzo 2009] 



 Reggio Emilia

 
REGGIO EMILIA
Palestra Il Mappamondo - Via Plinio (angolo via Adige)

In occasione della Festa della Donna
DANZE EBRAICHE sul tema

La donna nella tradizione ebraica

Domenica 8 marzo 2009
ore 10-13 - 15-18

Docenti: Elena Bartolini e Carla Padovani

L’incontro prevede una parte culturale e di approfondimento del tema Il ruolo della donna nella tradizione ebraica e l’apprendimento di alcune delle danze sottoindicate:

YACHAD BEYACHAD insieme insieme
ESHET CHAYIL una donna preziosa
NA’AMA nome di donna
NIRKOD LASHALOM danza della pace
SHUVI BAT YERUSHALAYIM vieni figlia di Gerusalemme
METUKA SHELI mia dolcezza
SHOSHANA PORACHAT rosa che sboccia


Info:
Costo: Euro 40
Sarà possibile prenotare il materiale audio e video e le dispense dell’incontro

Per iscriversi inviare una mail a TERRAD10@terradidanza.191.it 
info@terradidanza.it


 
[Fonte: LnR 19 febbraio 2009] 



 Bologna
8 marzo - La festa di Purim e la meravigliosa storia della Regina Ester
 
Narrazioni e laboratorio di Marica Morichetti animatrice didattica

 
Il 14 di Adar cade la festa di Purim, che ricorda la storia ambientata in Persia 2500 anni fa. Si tratta della più allegra fra le feste del calendario ebraico, è una specie di carnevale, dove ci si maschera, si mettono in scena particolari spettacoli e si fanno satire. L'evento nella sala didattica del Museo Ebraico verrà aperto con la lettura della Meghillat e la narrazione del perfido tentativo di Re Aman di uccidere gli ebrei e di come la Regina Ester abbia contribuito al rovesciamento delle sorti (purim, appunto) e alla salvezza del popolo. Ci sarà poi la proiezione di un percorso iconografico (tratto da opere di noti pittori) che rievocherà la storia narrata, e si concluderà con il laboratorio di costruzione delle corone di carta.


Info

Museo Ebraico di Bologna

Tel. 051 2911280
mailto:info@museoebraicobo.it


 
[Fonte: Museo ebraico di Bologna 2009] 



4267 - visitatori

2009
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic











2003
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic

 
 

| home | | inizio pagina |