Città del Vaticano
Il Papa invia gli auguri agli ebrei per Rosh Ha-Shanah, Yom Kippur e Sukkot.

In occasione delle feste ebraiche di Rosh Ha-Shanah, Yom Kippur e Sukkot, papa Benedetto XVI ha inviato un telegramma al Rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni, in cui rivolge "un sentito augurio di pace e di bene" all'intera comunità ebraica della capitale, ''invocando dall'Altissimo copiose benedizioni per il nuovo anno e auspicando che ebrei e cristiani, crescendo nella stima e nell'amicizia reciproca, possano testimoniare nel mondo i valori che scaturiscono dall'adorazione del Dio Unico''. Il telegramma è stato diffuso oggi dalla Sala Stampa vaticana.
 


  [Fonte: ASCA 20 settembre 2012] 



 Settimana della cultura ebraica

Tema di quest'anno l'umorismo: un'arma per chi vive sospeso nella storia (Cristiana Dobner)

Spumeggiante, grottesco, è lo humour verso se stesso dell'ebreo, che può destreggiarsi con due o tre lingue simultaneamente, creare equivoci e battute che suscitano uno stato d'animo di allegria e di brio. Humour e riso però sono una tematica cui soggiace una serietà assoluta, che nasce e si sviluppa sempre nella precarietà, nel disagio, nell'emarginazione che l'ebreo ha dovuto sopportare per secoli: l'animo ebraico ama ridere e sorridere, pizzicare i propri limiti. "Potrebbe andare peggio!". È il ritornello che scandisce la sopportazione della difficoltà e ritma la ripresa della vita: non comicità e ironia, ma umorismo perché è un modo di vivere, umorismo "barcollante" di chi vive sospeso nella storia e nella storia in cui è oppresso. Si dilata così uno spazio di libertà sovrano che ha percorso tutta la tragica sorte del popolo d'Israele nei secoli. Spazio che, peraltro, nessuno può usurpare o sottrarre: battute, personaggi tipici, barzellette, associazioni verbali o di pensiero si fanno strada ed esplodono in una battuta. Il witz (la storiella, barzelletta ebraica) impera in ambito jiddish, la grande tradizione che la Shoah ha parzialmente distrutta ma che è rinata e sta rinascendo, riscattando l'isolamento linguistico, la povertà di comunicazione, perché attenua la difficoltà della vita e offre uno spiraglio da cui sfuggirne il rigore. E al tema dell'umorismo è dedicata la Giornata europea della cultura ebraica, iniziativa che si svolge domenica 2 settembre in 28 Paesi europei.
 


  [Fonte: L'Osservatore Romano 2 settembre 2012] 



 Roma 

La Settimana della Cultura Ebraica 2012

Programma
(Roma - ingresso libero)

Tempio Maggiore, Lungotevere Cenci (Tempio)

DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 18.00

• Museo Ebraico di Roma, entrata da Via Catalana/Largo XVI Ottobre. Visite guidate al Tempio Maggiore in italiano e in inglese

Il Museo, che recentemente è stato rinnovato e arricchito dalla sala tripolina, ospita le straordinarie raccolte dell’antica Comunità Ebraica di Roma: tessuti, argenti, marmi, documenti

• Stands di libri e di artigianato ebraico

• Visite guidate in italiano e in inglese al Ghetto e a Trastevere nei luoghi relativi alla storia e alla presenza ebraica, a cura dell’Associazione Culturale Le Cinque Scole

ORE 10.30 AI GIARDINI DEL TEMPIO

• POST STRUTTURE DI UEMON IKEDA. INSTALLAZIONE RAFFIGURANTE LA STELLA DI DAVID

Uemon Ikeda realizza geometrie spaziali con un filo azzurro di lana e seta che in occasione della Giornata Europea della Cultura Ebraica raffigurano la Stella di David. A cura di Anna Lisa Secchi, delegata alle Politiche Culturali del 1° Municipio di Roma

TEMPIO DEI GIOVANI PANZIERI-FATUCCI
PIAZZA S. BARTOLOMEO ALL’ISOLA, 24

DALLE ORE 10.00 ALLE ORE 13.30

Visite guidate al Tempio dei Giovani, a cura del Benè Berith.

SINAGOGA DI OSTIA ANTICA

ORE 12.00 Visita guidata alla Sinagoga di Ostia Antica, con Giacomo Moscati. Appuntamento davanti al cancello adiacente agli scavi (Via Guido Calza)

ORE 13.30 Pranzo con pietanze tipiche giudaico romanesche alla sede dell’Associazione Shirat Ha-Yam (Il Cantico del Mare, Tempio di Ostia)

Possibilità di prenotare il servizio di pulmino (a pagamento) con partenza dal Tempio Maggiore (Lungotevere Cenci) alle ore 11.00.

Prenotazione obbligatoria al 339.1658760

KIRIYAT SEFER - VIA DEL TEMPIO, 2

ORE 10.00 – 21.00

Apertura della libreria ebraica

 


  [Fonte: UCEI settembre 2012] 



 Festività ebraiche

16-18 settembre 2012: 1° e 2° giorno di Tishri, Rosh haShana Capodanno 5773.

È la festa di Rosh ha Shanah, Capodanno ebraico. Ricorda la creazione dell'uomo. In questo giorno, Dio giudica il mondo e vengono passate al vaglio tutte le azioni compiute dagli uomini; per questo è anche chiamato “Giorno del Giudizio”. Il giudizio diviene definitivo dopo dieci giorni, nel “Giorno dell'Espiazione” (Yom Kippur), un lasso di tempo sufficiente alla maggioranza degli esseri umani che stanno in bilico per fare un profondo esame di coscienza per ravvedersi. Nella sinagoga si suona il corno d'ariete (shofar) per ricordare al popolo di ritornare a Dio. Nel pomeriggio è tradizione andare in riva a un corso d'acqua e recitare preghiere svuotandosi simbolicamente le tasche, per chiedere a Dio di gettare le nostre colpe nel più profondo dei mari. La festa dura due giorni. Inizia al tramonto dell'8 settembre e finisce il 10. leggi tutto
 


 
[Fonte: LnR] 



 Bologna
 
il Museo Ebraico per la Giornata Europea 2 settembre.

ore 10.30

Apertura della Giornata e saluti alla cittadinanza

Emilio Campos, Presidente della Fondazione Museo Ebraico di Bologna

Guido Ottolenghi, Presidente della Comunità Ebraica di Bologna

Rav Alberto Sermoneta, Rabbino Capo Comunità Ebraica di Bologna

presentazione programma della Giornata

FRANCO BONILAURI, Direttore Museo Ebraico di Bologna

Saranno presenti le autorità civili, militari e religiose

Mostra sui luoghi ebraici a Bologna

Fotografie di FRANCO BONILAURI

Fiera del libro ebraico
(sconto del 15% su tutti i volumi e CD musicali)

ore 11.00

TRADIZIONE E PROVOCAZIONE: L'UMORISMO EBRAICO NEL CINEMA CONTEMPORANEO

con proiezione di corti e frammenti dai film di Sacha Baron Cohen, Ben Stiller, Joel ed Ethan Coen e altri
presentazione di GIACOMO MANZOLI, Università di Bologna

ore 15.00

IL CINEMA GUARDA L’UMORISMO EBRAICO

laboratorio per bambini e genitori
a cura di PATRIZIA PANIGALI, Aula Didattica del MEB

ore 11.30 e 15.00

Visite guidate ai luoghi dell’itinerario ebraico a Bologna

-ex-ghetto ebraico, Palazzo Bocchi, lapidi ebraiche al Museo Civico Medievale, Casa Sforno in piazza S.Stefano

ore 15.30

ZUCKER! …COME DIVENTARE EBREO IN 7 GIORNI

proiezione del film di Dani Levy | Germania 2004

ore 17.30

IL CONCERTO

proiezione del film di Radu Mihaileanu | Romania 2009

presentazioni di GIACOMO MANZOLI, Università di Bologna


Info:
Entrata gratuita
Via Valdonica, 1/5
40126 Bologna
Tel 0512911280 | Fax 051235430

 


 
[Fonte: Museo Ebraico Bologna 2012]



9914 - visitatori

2012
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic


2011
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic


2010
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic


2009
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic











2003
gen febb mar
apr mag giug
lug ago sett
ott nov dic

 
 

| home | | inizio pagina |